BENEDETTA GREGORINI

Pubblicazioni

BENEDETTA GREGORINI

 

9 pubblicazioni classificate nel seguente modo:

Nr. doc. Classificazioni
4 2 Contributo in Volume
3 1 Contributo su Rivista
1 4 Contributo in Atti di Convegno (Proceeding)
1 8 Tesi di dottorato
Anno
Risorse
2021
Facing the biodeterioration of construction and cultural heritage materials: a novel approach to predict algae growth on fired brick surfaces
Autore/i: Gregorini, Benedetta
Classificazione: 8 Tesi di dottorato
Abstract: Il biodeterioramento è un processo di degrado provocato dagli agenti biologici e dalla loro successiva colonizzazione delle superfici. Per i materiali dei beni culturali, soprattutto per i laterizi, questo processo è ricorrente e spesso causa una grave perdita di valore culturale ed economico, a causa delle frequenti operazioni di manutenzione. Inoltre, possono sorgere dei rischi per la salute umana a causa delle attività microbiche. I laterizi impiegati per la costruzione degli edifici sono spesso colonizzati da microrganismi come alghe e cianobatteri che fungono anche da apripista per le altre forme biologiche. Ciò accade perché le caratteristiche del supporto (cioè porosità e rugosità) in combinazione con le condizioni ambientali, ad es. temperatura e umidità relativa, consentono la ritenzione dell'acqua all'interno del materiale e offrono ancoraggi meccanici, garantendo condizioni favorevoli per il loro sviluppo. Negli ultimi anni sono stati forniti numerosi modelli matematici che descrivono la crescita microbica sulle superfici degli edifici con l'obiettivo di ridurne il degrado e prevenire i rischi per la salute umana. Tali modelli sono in grado di simulare il biofouling (principalmente per muffe e funghi) su diversi materiali da costruzione (es. legno, cemento, intonaci e materiali isolanti) e, grazie alla loro formulazione analitica, sono stati implementati su un software di simulazione igrotermica che consente ad ingegneri e professionisti di prevederne il biofouling sulle componenti edilizie nel corso degli anni. Stando però alla conoscenza dell’autore, i modelli per alghe e cianobatteri sono ancora limitati. Pertanto, questo lavoro vuole fornire un nuovo approccio volto a simulare, prevedere e, quindi, prevenire i fenomeni di biodegrado dovuti alla crescita di alghe sulle superfici dei laterizi. Tale approccio fornisce in primo luogo la definizione di un modello di danno della crescita delle alghe a partire da fattori di influenza dei materiali e delle condizioni ambientali. Il modello è stato sviluppato preliminarmente attraverso l'implementazione dell'equazione di Avrami basandosi sui dati sperimentali dei laterizi. Il modello è stato poi implementato per prevedere la crescita delle alghe in condizioni ambientali variabili nel tempo in modo da consentire future applicazioni sui software di simulazione. Il modello è stato basato sulla teoria di Avrami perché la letteratura lo ha ampiamente applicato nel corso degli anni: è stato utilizzato per descrivere il biofouling delle alghe su malte, mattoni e pietre in condizioni ambientali ottimali e non, anche considerando gli effetti di trattamenti biocidi. Nonostante ciò, alcune limitazioni sono state rilevate in occasione di una crescita molto rapida e/o molto lenta. Perciò, il secondo aspetto del nuovo approccio fornisce una nuova teoria che superi questi difetti. La teoria scelta è stata l'equazione logistica poiché sviluppata e ampiamente adottata nella descrizione dei processi di crescita di diverse popolazioni. È stato eseguito un confronto teorico tra la teoria di Avrami e l'equazione logistica riguardante la capacità di sovrapporsi ai dati sperimentali, di superare le limitazioni del primo modello ed infine l’eventuale correlazione con i fattori influenzanti la crescita algale. I risultati di questo lavoro hanno confermato le capacità di entrambe le nuove strategie di approccio. Il modello di danno per la crescita delle alghe è stato determinato e validato per le superfici dei laterizi e poi le sue applicazioni hanno mostrato la sua ampia applicabilità, come ad esempio a diversi tipi di mattoni, i valori di temperatura e umidità relativa, sia costanti che variabili nel tempo. Tuttavia, la formulazione del modello basata sulla teoria di Avrami potrebbe essere implementata con la formula logistica poiché si è dimostrata più performante, consentendo quindi l'applicazione di tale strategia su larga scala.
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/289631 Collegamento a IRIS

2020
Nuove tecnologie progettuali per il riuso e la riqualificazione sostenibili di ambienti ipogei di valore culturale
Colloqui.AT.e 2020. Hew Horizons for Sustainable Architecture (Nuovi orizzonti per l'architettura sostenibile)
Autore/i: Quagliarini, Enrico; Bernardini, Gabriele; Lucesoli, Michele; Gregorini, Benedetta; D'Orazio, Marco
Editore: Edicom edizioni
Classificazione: 4 Contributo in Atti di Convegno (Proceeding)
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/286267 Collegamento a IRIS

2020
Sustainable fruition as a preventive conservation strategy for hypogeum artefacts
JOURNAL OF CULTURAL HERITAGE
Autore/i: D'Orazio, M.; Quagliarini, E.; Bernardini, G.; Gregorini, B.; Gianangeli, A.
Classificazione: 1 Contributo su Rivista
Abstract: As well as valuable Building Heritage, hypogeum scenarios often host artefacts such as i.e. graffiti, paintings or low reliefs, but differently to them, they are characterized by very particular microclimatic conditions due to their isolation from the outdoor environment. This way, they are very susceptible to human impact due to visitors’ fruition that can cause or accelerate degradation processes. Strategies for preventive conservation of Cultural Heritage should balance Heritage conservation (i.e. building materials and surfaces, hosted goods and chattels) and public access (i.e. visitors’ fruition). In these scenarios, preventive conservation strategies are based on the definition of both interventions on technical installations (to restore or improve indoor environment conditions) and operative models for sustainable fruition (to diminish the impact of stressors on the Heritage). Combining such strategies is not viable in hypogeum environments, which can be hardly equipped by technical systems. To face with such issues, this work proposes a novel strategy for Heritage conservation inside hypogeum environments based on the joint combination between environment microclimatic characterization and visitors’ impact definition. The proposed strategy has been developed and tested on a significant case of study: Palazzo Campana's hypogeum (Osimo, Italy). This hypogeum is a typical example of man-made underground structure characterized by sandstone walls carved in artistic value high-reliefs. Currently, its walls have been becoming very friable and subsequently their surfaces have been exposing to harsh deterioration phenomena. The strategy firstly includes indoor temperature and relative humidity long-term monitoring by means of a real-time widespread sensors system, so as to evaluate microclimatic conditions and its admissible gradients. A novel visitors’ admissible impact is defined on these data, by considering visiting time and numbers of visitors so as to not alter the indoor climate conditions. Visitors’ access tests are then carried out to confirm the proposed visitors’ admissible impact. Results demonstrate the capability of the proposed combined strategies and the possible extension to other Heritage scenarios to reduce the impact of direct interventions and improve preservation aspects.
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/286264 Collegamento a IRIS

2020
Combining conservation and visitors’ fruition for sustainable building heritage use: Application to a hypogeum
Sustainability in Energy and Buildings. Smart Innovation, Systems and Technologies
Autore/i: Gregorini, B.; Lucesoli, M.; Bernardini, G.; Quagliarini, E.; D'Orazio, M.
Editore: Springer
Luogo di pubblicazione: Singapore
Classificazione: 2 Contributo in Volume
Abstract: The exploitation of Building Heritage generally leads to sustainability issues in terms of environmental preservation and tourist enjoyment. When these requirements are not jointly respected, occupancy issues can provoke degradation phenomena on indoor environment (i.e., building materials and surfaces with artistic and historical value) or conditions of discomfort during visitors’ fruition. Hence, our research defines a combined strategy to solve at the same time both the issues: guaranteeing the conservation of Building Heritage (and its artefacts) while ensuring optimal visitors’ fruition tasks. The Building Heritage conservation is pursued by a monitoring campaign of ideal (undisturbed) indoor conditions and by the evaluation of the human presence effect considering thermal loads as main driver. The visitors’ fruition is analyzed by assessing individuals’ behavioral patterns in terms of attention given to the hosted artifacts (where and how the visitors’ attention is posed?), through a wearable eye tracking system. The strategy is applied to a hypogeum environment characterized by high reliefs on walls and vaults. This scenario is considered since its isolated hygrothermal conditions are strongly influenced by human presence. Results showed that the environmental preservation is reached when considering the fruition model proposed by the stakeholder. Furthermore, the eye tracking analysis revealed high-level of visitors’ engagement towards significant spaces only when exposed to adequate lighting conditions and/or in a good conservation state.
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/278020 Collegamento a IRIS

2019
Effect of temperature and relative humidity on algae biofouling on different fired brick surfaces
CONSTRUCTION AND BUILDING MATERIALS
Autore/i: Quagliarini, E.; Gianangeli, A.; D'Orazio, M.; Gregorini, B.; Osimani, A.; Aquilanti, L.; Clementi, F.
Classificazione: 1 Contributo su Rivista
Abstract: The purpose of this study was to evaluate the effect of environmental temperature and relative humidity on algae biofouling that often occurs on porous and rough fired brick surfaces. Brick samples were chosen since their common use on building façades. Accelerated growth tests were performed under different relative humidities and different temperatures. Results showed the effects of different temperature conditions in terms of algae growth delay and reduction of the covered area. All the relative humidity conditions tested substantially showed no growth from an engineering standpoint. The modified Avrami's law succeeded in modelling the biofouling under the different environmental conditions
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/268489 Collegamento a IRIS

2018
A “smart” low-impact system for guaranteeing sustainable visitors’ access
HERITAGE 2018. Proceedings of the 6th International Conference on Heritage and Sustainable Development
Autore/i: Gregorini, B.; Bernardini, G.; Gianangeli, A.; Quagliarini, E.; D’Orazio, M.
Editore: Green Line Institute
Classificazione: 2 Contributo in Volume
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/268581 Collegamento a IRIS

2018
Building Heritage cognitivo: un sistema per la gestione e la conservazione dell’edificio storico (Cognitive Building heritage: a system for management and conservation of historic buildings)
Colloqui.AT.e 2018. Edilizia Circolare
Autore/i: Gregorini, Benedetta; Gianangeli, Andrea; Bernardini, Gabriele; Quagliarini, Enrico; D’Orazio, Marco
Editore: Edicom Editore
Classificazione: 2 Contributo in Volume
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/268583 Collegamento a IRIS

2018
La conservazione dell’ambiente ipogeo di Palazzo Campana: monitoraggi e prove di caratterizzazione propedeutici all’intervento
ReUSO 2018 - L’intreccio Dei Saperi per Rispettare Il Passato Interpretare Il Presente Salvaguardare Il Futuro
Autore/i: Gregorini, Benedetta; Gianangeli, Andrea; Bernardini, Gabriele; D’Orazio, Marco; Quagliarini, Enrico
Editore: Gangemi Editore
Classificazione: 2 Contributo in Volume
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/268647 Collegamento a IRIS

2017
Design of a smart system for indoor climate control in historic underground built environment
ENERGY PROCEDIA
Autore/i: Stazi, Francesca; Gregorini, Benedetta; Gianangeli, Andrea; Bernardini, Gabriele; Quagliarini, Enrico
Classificazione: 1 Contributo su Rivista
Abstract: The application of sensors-actuators networks in Building Heritage can lead to significant improvement in indoor climate control, with the aim to both reduce energy consumption, and improve conditions for occupants and hosted Heritage. This study proposes the preliminary design of a smart indoor climate control system, based on low-impact application criteria, which can be applied to visited underground built environment. The system is based on the balance of hygrothermal loads. Sensors and actuators requirements are defined, and control algorithm are based on the comparison between real-time monitored and “natural” temperature and hygrometric values (for stationary and transitory conditions).
Scheda della pubblicazione: https://iris.univpm.it/handle/11566/255377 Collegamento a IRIS




Università Politecnica delle Marche

P.zza Roma 22, 60121 Ancona
Tel (+39) 071.220.1, Fax (+39) 071.220.2324
P.I. 00382520427